Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che il nostro sito utilizza i cookie

 

 

 

Oratorio Salesiano

Domenico     Savio

 

Concattedrale SS. Salvatore

 

Orari Messe

 

Festivo

9,00 - 10,30 - 12,00 - 19,00 (19,30 ora legale)

 

Feriale

7,15 - 9,00 - 18,00 (18,30 ora legale)

 

 

 
 

 

Le origini e la storia della Concattedrale del Santissimo Salvatore sono legate alle origini e alla storia dell’Archimandritato del SS. Salvatore, che è stato fondato nel secolo XII, al tempo del Conte Ruggero d’Altavilla ed elevato poi al rango di Diocesi con il suo proprio territorio, nel 1635 dal Papa Urbano VIII.

La prima cattedrale dell’Archimandritato fu costruita insieme al Monastero dei Basiliani nel quale risiedeva l’Archimandrita o capio dei vari monasteri, nella falce del porto, vicino ala spianata di S. Raineri, e questo ancor oggi, in molte carte topografiche è contrassegnato con nome di San Salvatore.

Nel 1546 Monastero e Cattedrale cedettero il posto per la costruzione di una fortezza, che prese appunto il nome di Forte San Salvatore e furono riedificati sulla spianata che oggi è occupata dal Museo Nazionale, presso il torrente Annunziata.

 

----------

 

Arte

Il complesso della Cattedrale dell’Archimandritato, chiesa e istituto annesso, fu progettato dall’Ing. Enzo d’Amore dell’Ufficio Tecnico Arcivescovile. La costruzione fu condotta con i criteri antisismici tutto in cemento armato.

La Chiesa, a tre navate, lunga m.40 e larga m.19 ha un prospetto di stile neoclassico con due ripiani. Quattro coppie di colonne, due per ogni ripiano, delimitano la navata centrale sul prospetto; e reggono il timpano, dentro il quale vi è un grande Cristo modellato dello scultore messinese Sutera.

All’interno le tre navate sono divise da una doppia fila di snelle colonne corinzie su cui poggiano arcate a tutto sesto, con decorazioni e stucchi di sapore barocco. La cupola, impostata su tamburo ottagonale che poggia sui quattro pilastri del presbitero, giunge a una altezza di 30 m e ha un diametro di m.9,20.

La costruzione fu eseguita dalla ditta Ing. Guido Palazzoli, con inizio ufficiale dei lavori il 20 ottobre 1928 e termine il 30 settembre 1932. 

Opere d’arte 
La Chiesa, essendo di recente costruzione, non ha nulla di pregevole dal profilo storico artistico. Le cose più antiche sono un Crocifisso in legno di buona fattura e i tre altari collocati nelle absidi, ricavati dalle macerie del terremoto e ricomposti dal marmista Messinese Gaetano Schipilliti. 

Gli affreschi e le decorazioni del transetto e dell’abside centrale appartengono al restauro post-bellico e sono stati eseguiti da Guido Gregoretti, mentre quelli delle navate laterali sono di Lindo Grassi. 

Le pale degli altari laterali sono firmate da Carlo Mongari (S.Domenico Savio 1950), D.R. Stramondo (Calvario 1966, S.Antonio di Padova 1967, S.Teresa del B.G. 1969), P.G. Crida (S.Domenica Mazzarello 1952), Amoroso (S.Giuseppe), G.Barone (S.Cuore 1939), Impallomeni (Cena di Emmaus) 

All’altare Maggiore riproduzione di un particolare della Trasfigurazione di Raffaello Sanzio. Sul prospetto grande vetrata istoriata con immagine di Cristo Risorto della Ditta Fontana di Milano.

La Chiesa ha pure un buon organo della Ditta Tamburini di Crema a Tre manuali più pedaliera, a 32 registri. 

Nel corso degli anni su progetto dell’Architetto Don Vincenzo Gorgone, salesiano, fu ristrutturata l’area del Presbitero, con la collocazione di un nuovo altare di forma circolare, in verticale con il centro della sovrastante cupola. 

Al centro della nuova pavimentazione policroma, sopraelevato con due gradini, spicca l’ampia mensa circolare in marmo bianco; mentre ai due lati frontali verso l’aula assembleare sono collocati, sul lato sinistro una base per il crocifisso artistico, e sul lato destro un artistico e ampio ambone con a fianco il candelabro per il cero pasquale, pure in marmo bianco. 

Chiudono lo spazio del presbitero dai lati delle due cappelle laterali, due file di scanni marmorei policromi, rivestiti di legno massiccio, per accogliere i Canonici del Capitolo Archimandritale.

 

----------

 

Servizi

La nostra Chiesa Concattedrale e Archimandritale per la centralità della sua ubicazione nella città, per la validità di strutture e per la disponibilità di sacerdoti e laici volontari, permette una ricca possibilità di irradiazione per alcune proposte pastorali a livello catechistico, liturgico e caritativo a servizio della città, e in particolare dei giovani dell’Oratorio S. Domenico Savio, annesso ai locali della Chiesa.Tra le proposte e attività di grande risonanza e ben collaudate in settanta anni di presenza salesiana vanno segnalate:

Animazione liturgico – sacramentale per una partecipazione comunitaria dei fedeli alle Celebrazioni Eucaristiche e ai vari momenti liturgici (Gruppi di Animazione liturgica e Ministranti;

Organica proposta di cammino di fede e di catechesi nei tempi forti dell’Anno Liturgico attraverso predicazione programmata, liturgie penitenziali, riflessione sulla parola di Dio;

Scuola di preghiera come spazio settimanale di ascolto della Parola (ogni lunedì sera) per quanti vogliono “imparare a pregare pregando nella scuola di Gesù Maestro ...”; 

Attenzione alle espressioni di Pietà Popolare nel Rosario quotidiano, Adorazione Eucaristica mensile, 1° Venerdì del mese, Commemorazione di Maria Ausiliatrice e di S. Giovanni Bosco, Via Crucis nei venerdì di Quaresima, possibilità di Confessioni di Direzione Spirituale e di incontri personali;

Catechesi in preparazione al matrimonio per fidanzati a livello di cammino di fede di vita affettiva matura e di scelta cosciente e responsabile.

Corso di preparazione alla Confessione e alla Comunione per fanciulli e al sacramento della Confermazione per giovani e adulti; 

Formazione spirituale e salesiana degli Ex allievi e dei Cooperatori; 

Animazione spirituale e socio-caritativa del Gruppo “Volontarie Vincenziane”, con particolare sensibilità all’azione caritativa verso i bambini e i giovani più emarginati e all’azione di catechesi per gli adulti, e del Gruppo Missionario, attivo sul fronte della sensibilizzazione e dell’impegno concreto a favore delle missioni;

Incontri culturali per adulti su problematiche teologiche, bibliche e morali.

Salesiani Messina

informativa cookie